• http://grandiopere.fcp.it/facsimili/wp-content/files_flutter/1251795580Bibbia_Montefeltro_02.jpg

  • http://grandiopere.fcp.it/facsimili/wp-content/files_flutter/1251795591Bibbia_Montefeltro_05.jpg

  • http://grandiopere.fcp.it/facsimili/wp-content/files_flutter/1251795603Bibbia_Montefeltro_11.jpg

  • http://grandiopere.fcp.it/facsimili/wp-content/files_flutter/1251795612Bibbia_Montefeltro_12.jpg

  • http://grandiopere.fcp.it/facsimili/wp-content/files_flutter/1251795624Bibbia_Montefeltro_14.jpg

  • http://grandiopere.fcp.it/facsimili/wp-content/files_flutter/1251795652Bibbia_Montefeltro_17.jpg

  • http://grandiopere.fcp.it/facsimili/wp-content/files_flutter/1251795658Bibbia_Montefeltro_18.jpg

  • http://grandiopere.fcp.it/facsimili/wp-content/files_flutter/1251795672Bibbia_Montefeltro_20.jpg

  • http://grandiopere.fcp.it/facsimili/wp-content/files_flutter/1251795683Bibbia_Montefeltro_22.jpg

Celebrating the greatness of a Prince

OVERVIEW

The Bible of Federico da Montefeltro



Biblioteca Apostolica Vaticana, Mss. Urb. Lat. 1 e Urb. Lat. 2



The Bible of Federico da Montefeltro may be considered a great celebration of the art of illumination. This work embodies the peak of development in the fifteenth century of the culture of the figurative arts in Italy and Europe.



A work of monumental proportions



This Bible was produced at a time when the practice of printing with movable types was spreading fast. It differs from the usual codex in its size and the number of illuminated leafs (thirty-five of which are of a truly painterly character).



Master illuminators



The script of this Bible – the most beautiful codex of Federico da Montefeltro’s library – is by Ugo Comminelli da Mézières. The illumination work, executed in Florence in just two years (1477-1478), is by Francesco di Antonio del Chierico, an illuminator who had reached the peak of fame at that time, and who was generously ‘loaned’ to the Duke of Urbino by Lorenzo de’ Medici. Alongside these illuminations by Francesco, we find the work of other historically renowned illuminators such as Attavante degli Attavanti, Francesco Rosselli and, in all likelihood, Davide Ghirlandaio (the brother of the more well-known Domenico Ghirlandaio).



The influences of Renaissance masters



In these Bible works we find many ‘echoes’ of the immense heritage of the figurative arts of fifteenth century Florence, and notably also of the major artists of the Tuscan Renaissance.



Patronage



The Duke of Urbino, Federico da Montefeltro, transformed the capital of his small duchy into one of the most imposing cultural centres of the Italian Renaissance. He called to his court architects and artists such as Luciano Laurana, Melozzo da Forlì, Giusto di Gand and Piero della Francesca. He also founded one of the largest libraries of the times, where dozens of scribes transcribed books which were then sent to the Florentine workshop of Vespasiano da Bisticci to be embellished by master illuminators.

The Commentary

The work is accompanied by two books with commentary, edited by Ambrogio M. Piazzoni, with writings by Gino Benzoni, Louis Duval-Arnould, Giovanni Morello, Antonio Paolucci, Ambrogio M. Piazzoni, Jean-Louis Tauran and others.


+ Show the index of Commentary

La Bibbia di Federico da Montefeltro - Commentario al codice

Codici Urbinati Latini 1-2

Biblioteca Apostolica Vaticana

a cura di Ambrogio M. Piazzoni

L'OPERA

La grande Bibbia in due volumi conservata dal 1657 presso la Biblioteca Apostolica Vaticana si distacca nettamente dall’idea classica di codice miniato. Da un lato le sue dimensioni, cm 44,2 x 59,6, e il numero dei fogli, 482 nel primo volume e 622 nel secondo, ne fanno un’opera particolarmente ingombrante, destinata a un sontuoso leggio “da esposizione” più che a una consultazione quotidiana; dall’altro le trentacinque grandi scene miniate che ornano gli incipit dei singoli libri biblici si presentano non già come semplici miniature bensì come vere e proprie opere di pittura incorniciate in un prezioso passepartout pergamenaceo. Più che di un semplice libro, dunque, si può parlare di un particolarissimo monumento alla grandezza di un principe, Federico da Montefeltro, Duca di Urbino, che fece della capitale del suo ducato un centro nevralgico del Rinascimento italiano. La Bibbia, destinata ad essere il più bel codice della biblioteca di Federico, fu scritta da Ugo Comminelli da Mézières e decorata a Firenze nel breve arco di due anni (1477-1478) da Francesco di Antonio del Chierico, miniatore allora all’apice della fama, e da altri illustri nomi della storia della miniatura come Attivante degli Attavanti, Francesco Rosselli e Davide Ghirlandaio, fratello del più noto Domenico. Attraverso questi artisti, confluisce nelle miniature della Bibbia il patrimonio ricchissimo della cultura figurativa del Quattrocento fiorentino.

GLI AUTORI

Il volume di Commentario al Codice, pubblicato a complemento della prestigiosa edizione in facsimile edita da Franco Cosimo Panini Editore, si propone di introdurre il lettore al contesto storico e artistico nel quale questa Bibbia sfarzosa e monumentale fu concepita e realizzata. Nel primo volume - dopo un’introduzione di Sua Eminenza Jean-Louis Tauran, Bibliotecario e Archivista di Santa Romana Chiesa, e un saggio introduttivo di Ambrogio M. Piazzoni, Viceprefetto della Biblioteca Apostolica Vaticana - vari studiosi specializzati illustrano, con una serie di Saggi, i seguenti argomenti: Federico da Montefeltro (Gino Benzoni); La Biblioteca di Federico in relazione alla Bibbia urbinate (Antonio Manfredi); La miniatura del Rinascimento a Firenze (Mark Evans); Pittori e miniatori per la Bibbia urbinate (Giovanni Morello); Il copista Ugo Comminelli (Paolo Cherubini); Le vicende della Bibbia di Urbino (Louis Duval- Arnould); Gli studi sulla Bibbia urbinate (Paolo Ceresa). Nel secondo volume, un ampio ed esauriente regesto di Schede descrittive, compilato da Francesca Manzari, dà conto partitamente delle singole miniature, mentre Sabrina Magrini fornisce una esauriente scheda codicologica della Bibbia e Lucia Castaldi studia con ineccepibile competenza paleografica le caratteristiche del testo.

Formato: cm 24 x 31

Due volumi rilegati in cofanetto

Vol. primo: Saggi, 216 pagine con 82 illustrazioni in b/n

Vol. secondo: Schede, 208 pagine con 41 illustrazioni in b/n

Prezzo: € 150,00

Codice: [8290-220-X]

Peso: 3,40 kg

Indice

Prefazione p. 7

Cardinale Jean-Louis Tauran

Introduzione p. 9

Ambrogio M. Piazzoni

Federico da Montefeltro p. 27

Gino Benzoni

Che lettere! Che libri! E come degni! p. 31

Appunti sulla Biblioteca di Federico in relazione alla Bibbia urbinate

Antonio Manfredi

La miniatura del Rinascimento a Firenze p. 61

Il contesto della Bibbia Urbinate

Mark Evans

Pittori e miniatori per la Bibbia urbinate p. 93

Giovanni Morello

Il copista: Ugo Camminelli "de Maceriis Super Mosam in Francia" p. 119

Paolo Cherubini

Tra Firenze e il Vaticano. Le vicende della Bibbia di Urbino p. 155

Louis Duval-Arnould

Gli studi sulla Bibbia Urbinate: una bibliografia ragionata p. 177

Paolo Ceresa

Apparati

Bibliografia p. 199

Indice dei manoscritti citati p. 207

Indice dei nomi p. 210

crediti Fotografici p. 215

Secondo Volume

Indice

La Bibbia di Federico da Montefeltro: descrizione codicologica p. 7

Sabina Magrini

Descrizione delle miniature della Bibbia di Federico da Montefeltro p. 19

Francesca Manzari

Il testo della Bibbia urbinate: un'indagine filologica p. 127

Lucia Castaldi

Photographic atlas

Franco Cosimo Panini Editore Via Giardini 474/D - 41124 Modena tel. 059.2917311 - fax 059.2917381 - Informazioni societarie - Privacy - Area riservata